Quest’anno alla Sorrento Positano Ultra Marathon 54 km ci sarà una vera ultra-coppia, due campioni delle distanze ultra che si sono conosciuti e si sono sposati lo scorso settembre anche grazie alla loro grande passione per la corsa.

Parliamo della coppia Elisa BenvenutiFederico Borlenghi, moglie e marito, due assi che proveranno a salire sul podio.

“Abbiamo sentito parlare l’anno scorso di questa gara in un posto meraviglioso come la costiera sorrentina e subito ci siamo detti che in questo 2018 non avremmo dovuto perdercela. E così eccoci qui” fanno sapere all’unisono.

41 anni, cremonese, Federico ha un primato personale sulla 100 km da primo della classe, ‘solo’ 7h 22’ 36” fatto in questo 2018 a Seregno in occasione del Campionato Italiano della specialità dove si è classificato sesto assoluto. Sulla 50 km vanta 3h 40’ 14”, primato fissato nel 2014.

Ho corso oltre 110 gare tra maratone e ultramaratone, la più lunga di queste è stata la  Spartathlon da 246km in Grecia – dice Federico -. La verità è che le ultra le farei tutte, mi donano gioia e libertà e più che sfidare gli avversari la vera competizione è con me stesso. La sfida è contro di me”.

Federico è un vero entusiasta: “Non potevo non aver mai corso la Sorrento Positano, l’ho scelta perché senza dubbio ha paesaggi ‘da urlo’, tutti da gustare e cercherò di prepararli al meglio privilegiando percorsi collinari”.

Vista l’esperienza e le grandi doti atletica cerchiamo di sfruttare al meglio Federico che ha vestito anche più volte la maglia azzurra della Nazionale ultramarathon.

Se mi chiedi dei consigli su come affrontare al meglio la Sorrento Positano posso dire di partire molto tranquilli per risparmiare le energie, di alimentarsi bene in gara perché è lunga e si sta diverse ore impegnati. Fondamentale poi…divertirsi. Sì sì…come fossimo bambini al parco giochi. Proprio per questo mi attendo divertimento e spero tanto tifo da chi starà ai lati della strada”.

Elisa ha 31 anni ed è originaria di Rimini, dove entrambi ora risiedono. Nel 2017 ha vinto la Torino-Foglizzo da 100 km e ha un primato personale sulla 100 km di 9h 16’ 31”, mentre sulla 50 km la sua migliore prestazione è di 4h 31’ 23”.

Ho corso 49 gare sommando maratone e ultra, mentre la distanza massima è stata di 100 km – dice Elisa di sé – La corsa è sinonimo di libertà, questa è la vera emozione: la libertà. Sarà che poi inizio a divertirmi davvero dopo il 50° km quindi la Sorrento Positano sarà perfetta in tutti i sensi, un vero spettacolo per gli occhi e gioia per il cuore”.

A differenza di Federico la moglie Elisa avrà un altro tipo di preparazione, diciamo molto impegnativa.

Preparerò la gara con un ‘lungo’ non da poco. Sarò impegnata infatti ora in novembre nella 100 km di Noto, ma conto di aver ben recuperato per il 2 dicembre. I consigli che posso dare a chi affronta una ultra per la prima volta è quello di idratarsi e integrare bene in gara e correre in serenità. Sono sicura che sia una gara stupenda, sarà l’occasione per vivere una grande giornata e avere un altro ‘ultra’ ricordo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *