Sulle strade di Sorrento, sede di partenza e arrivo della competizione, con intermezzo a Positano, l’entusiasmo e il colore della folla ha salutato e accompagnato la fatica dei 1500 runner, alle prese con un percorso impegnativo, tra strappi e falsopiani incastonati in un fantastico scenario naturale che ha portato al trionfo-bis (tempo 2:38:38) di Alberico Di Cecco e di Fabiola Desiderio (3:13:40), entrambi già vincitori della precedente edizione della Coast to Coast.

Ottimi numeri in termini di presenza ha fatto registrare anche la Mezza Maratona, che si è corsa a Sorrento, vinta dal marocchino Kabbouri Yasmine (1:10:45), e tra le donne da Deborah Toniolo, che ha fatto segnare il primato (1:20:44).

Ai nastri di partenza della Coast to Coast erano presenti il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, lo storico vincitore della Maratona di New York, Giacomo Leone, l’ultimo vincitore della Maratona di Napoli, Giovanni Ruggiero, il presidente di Fidal Campania, Sandro Del Naia e Carlo Capalbo (presidente IAAF Road Running Commission), fondatore della Napoli Running, la nuova società napoletana, con Maurizio Marino, Antonio Esposito e Benedetto Scarpellino, che unifica sotto la sua sigla la Coast to Coast e la MOHM (Napoli Mostra d’Oltremare Half Marathon, a febbraio 2017). Obiettivo dichiarato: la rinascita della Maratona di Napoli nel 2018, con il ritorno dei runner sul territorio partenopeo.

Sul percorso della Maratona Coast to Coast si è esibito in handbike anche Loreto Di Loreto, atleta paralimpico, bronzo alla seconda edizione dei giochi internazionali paralimpici Invictus Games negli Stati Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *